29 giugno 2007

Torni solo

TORNI SOLO
.
Torni solo
Torni solo tu
Non c’è più nessuno da far ridere
Ti giri indietro
Ma
Nessuno ti ha seguito ormai
.
Sai cos’è?
Sai cosa non va?
Che non piangi neanche più da solo
La solitudine
Non si cerca
Non ha peso ne misura
Ti sorprende
Senza chiedere permesso
.
Scrivi sempre
Bevi o fumi
Ma non riesci mai a lasciarla
Torna spesso
Con la luna e con la notte
.
Torni solo
Stessa strada
Segui i passi sull’asfalto
Chiavi in mano
Ma
La porta non la apri
.
E così
Ancora qui
Stesso tavolo con birra e pensieri
E aspetti che
Passino le ore
Per restare meno tempo dentro al letto
.

4 commenti:

lennon1 ha detto...

..allora quel "no problem" non era proprio vero..??..so che non dovrei ma la cosa un pò mi fa stare meglio, perchè per me il "problem" c'era....

luCap ha detto...

la notte è magica, ma c'è anche un qualcosa di "dannato", nelle sue ore.. sono contento il libro di maksim ti sia piaciuto, è un gran bel romanzo (autobiografico), secondo me. a presto, buona giornata, luCap

tonolik ha detto...

... si, a volte è veramente "dannata"...
quando ci sei dentro cerchi di sfuggirle... poi durante il giorno quasi la cerchi... e quando arriva sera ti ci ributti dentro...

luCap ha detto...

sì, ora ho ricollegato situazione e volti! a presto, allora...
luCap